Terme da sempre

Posted on

 

 

L’origine delle cure termali a Castel San Pietro risale al 1337, tuttavia il primo vero e proprio centro termale è sorto, con dimensioni importanti e con criteri per la verità molto moderni, scientificamente attenti e progrediti per l’epoca, nel 1870.

Già allora, come poi sempre in futuro, si caratterizzava per l’approccio scientifico, totalmente medico, alle cure termali. Questo stabilimento venne totalmente distrutto da eventi bellici nel 1945 e ricostruito ex-novo nel 1955.

Con i suoi successivi ampliamenti costituisce uno stabilimento medio-grande, sullo standard della Regione Emilia-Romagna che è dal punto di vista del termalismo una delle più importanti e progredite su tutto il territorio nazionale.

E’di proprietà di una Società per Azioni, e quindi di tipo privato, e gestito dalla stessa società proprietaria.

La Direzione Sanitaria

Favorire la cura e il mantenimento della Salute  è l’obiettivo della Direzione Sanitaria.

La profonda cultura medica e la conoscenza delle caratteristiche farmacologiche delle acque termali, ha consentito di poter ottimizzare l’erogazione delle terapie, nel rispetto di standard qualitativi elevati, sia nelle modalità e tempistiche di esecuzione, che nella gestione delle temperature delle acque, oltrechè nelle prescrizioni personalizzate, per poter corrispondere al meglio alle esigenze di ognuno.

Sono le Acque Termali Solfuree e Salsoiodiche l’origine e il “cuore” delle Terme.
Si tratta di “farmaci naturali”, che necessitano di un costante controllo e impegno sia sul versante Tecnologico che di Ricerca Scientifica.

Per questo sono stati adottati apparecchi di nuova generazione per consentire una più idonea erogazione delle cure inalatorie, sia per gli adulti che per i bimbi.
Macchine fisioterapiche di provata efficacia nel lenire i dolori o favorire il ripristino delle capacità di movimento.
Tecniche riabilitative che eseguono protocolli approvati con la supervisione specialistica di fisioterapisti e medici. Caldaie e sistemi di trasporto fanghi a temperatura controllata. Solo per citarne alcuni.

Alla Ricerca Scientifica, la Direzione Sanitaria ha dedicato attenzione e investimento, seguendone con attenzione l’evoluzione e applicandone le modalità per conseguire migliori risultati e più mirati.
Attraverso la Ricerca Scientifica ora si conoscono l’effetto del fango sulla pelle, quali sostanze cede, come migliora l’infiammazione della cartilagine, ma anche cosa succede all’apparato respiratorio quando piccole particelle di gas raggiungono le mucose e tante altre preziose “certezze scientifiche” che vengono applicate quotidianamente nei Reparti Cure.